Wanda Nara: “Icardi ha rifiutato l’offerta della Juve perché era il capitano dell’Inter”

Il caso tra Mauro Icardi e l’Inter è ufficialmente archiviato. Wanda Nara, moglie e agente dell’argentino, ha rilasciato una lunga intervista al Corriere della Sera. Tanti sono i temi caldi: dalla nuova meta parigina dell’attaccante al divorzio con i nerazzurri.

Le parole di Tiki Taka sono state decisive per la questione di suo marito?

L’Inter era consapevole di tutto e non dovevano darmi un permesso considerando che non ho un contratto con loro. Non ho mai parlato con cattiveria, ridirei ogni cosa”.

Discriminata perché donna?

No, ma sono una figura che non esiste. Sentire parlare di calcio una donna è strano, però, i club mi hanno sempre trattato con rispetto”.

Conte ha accettati la volontà della società?

Io credo di sì. Ho parlato con lui, gli avevano promesso dei rinforzi”.

La decisione di fare causa all’Inter era indispensabile?

Non è stato fatto per soldi solo gli ignoranti possono credere a questo. Se fosse stato così sarebbe andato via quando l’Inter non faceva la Champions. Voleva allenarsi con Conte, chissà dove poteva arrivare”.

Icardi ha detto no alla Juventus, giusto?

“Era il capitano dell’Inter non ci sarebbe mai andato”.

Tornare in Italia?

Penso che tornerà, non so dove e come ma la priorità sarà sempre l’Inter”.

Divorzio con i nerazzurri?

“Con l’Inter non è un divorzio, Mauro e i nerazzurri sono come fidanzati che si prendono una pausa. Al PSG non si poteva dire di no: ha tutto per vincere. A fine stagione sceglieremo ciò che sarà meglio. Io lavoro per lui, poi le scelte sono sue”.

Si al PSG?

Io lo conosco perché sono la moglie, non solo l’agente. Sapevo che avrebbe detto sì anche per dare tranquillità ai figli. A Milano sarebbe stato sempre un caso”.

Perché i rapporti si sono deteriorati?

L’Inter aveva la necessità di venderlo e gli ha tolto la fascia da capitano. I rapporti si sono incrinati in quel momento perché Mauro non voleva lasciare la società da capitano”.

La Juve ha proposto uno scambio con Higuain a più 50 milioni a gennaio?

Non dirò il nome della squadra, però, l’altro giocatore a Milano ci era già venuto e non all’Inter. Se avessero parlato chiaramente con Mauro sarebbe stato diverso”.