Serie A, Lazio-Juventus: i portoghesi fanno volare i bianconeri a +11. Rabbia laziale dopo il rigore

Lazio-Juventus é una gara molto attesa della ventunesima giornata del campionato di Serie A.

La Lazio nei primi 60 minuti ha messo in difficoltà i bianconeri grazie alle qualità di Correa e Luis Alberto, al fisico dominante di Milinkovic Savic che prendeva tutti i palloni di testa e alla grinta di Ciro Immobile.

I biancocelesti sono passati in vantaggio grazie all’autorete di un Emre Can disastroso sotto tutti i punti di vista. Vantaggio meritato dei ragazzi di Simone Inzaghi.

La Juve non c’è a Roma, ma poi Mister Allegri inserisce Bernardeschi (entrato benissimo in partita) e il portoghese Joao Cancelo che mette in difficoltà sempre Lulic quando ne ha la possibilità.

I bianconeri pareggiano con il numero 20 che sfrutta la respinta corta di Strakosha e rimette le cose in parità.

Pochi minuti dopo Guida fischia un rigore per la squadra di Max Allegri, sul dischetto va il solito Cristiano Ronaldo che tira una bordata sotto la traversa e porta in vantaggio la Juve. Rigore contestato dai padroni di casa.

In classifica, la “Vecchia Signora” si porta a +11 sulla squadra di Ancelotti e a +19 sull’Inter, mentre la Lazio resta a -3 dalla Champions.