Serie C, Di Piazza: “Catania, facciamo pace”

Ha contribuito a far uscire dalle sabbie mobili due piazze blasonate come Foggia e Lecce, adesso la missione di Matteo Di Piazza è quella di completare a Catania un trittico forse unico per la C: centrare la terza promozione consecutiva in B. “Noi ci crediamo, io ci credo. Il modo in cui è arrivato il successo sulla Casertana ha acceso in noi la giusta scintilla. Dopo Vibo eravamo delusi, adesso guardiamo al prosieguo con una rinnovata consapevolezza nei nostri mezzi”.

La fame, la voglia di uscire dall’anonimato è la molla che ha sospinto in alto Di Piazza nell’ultimo quadriennio. “Dopo l’esperienza di Macerata, nel 2015, pensavo di non arrivare più a certi livelli, anche per colpa della mia immaturità. Poi la chiamata del direttore Argurio mi ha cambiato la carriera. Sono arrivato ad Agrigento nell’Agosto del 2015 mettendomi completamente in discussione, ed a suon di gol ho colto nuove soddisfazioni professionali. Con Vincenzino Sarno, già mio compagno di squadra a Foggia, ce lo diciamo sempre: siamo venuti dalla strada, e questa determinazione che ci portiamo dentro deve accompagnarci sempre, in ogni allenamento ed in ogni partita”.

Il distacco dalla Juve Stabia non fa vacillare le certezze del 32 del Catania (scelta di numero di maglia rievocativa delle prodezze di Bobo Vieri), che si aggrappa ad un precedente. “A Foggia, ad un certo punto della stagione avevamo 6 punti di svantaggio da Lecce e Matera, in quel momento la nostra forza è stata quella di non farci assillare dalla classifica, concentrandoci sulla singola partita, per prepararla al massimo e vincerla. Proprio a Febbraio di quel campionato, 2016/17, è iniziata una serie di 10 vittorie consecutive, che ci ha lanciato verso la promozione”.

Adesso la partita cruciale diventa quella del Provinciale di Trapani, uno scontro diretto in cui i punti assumono un rilevante peso specifico. “Ho incontrato il Trapani ad Agosto in Coppa Italia, con il Cosenza, apprezzandone l’organizzazione di gioco. E’ una buona squadra ma lo è anche il Catania. Dobbiamo ripartire dal secondo tempo di domenica, con lo stessa voglia di lottare e lo stesso coraggio”. Anche al Provinciale la tifoseria rossazzurra darà il suo sostegno: supporters che non hanno nascosto il loro disappunto nei giorni che hanno preceduto il ritorno a Catania di Di Piazza.

Alcune infelici dichiarazioni del passato hanno infatti reso mediaticamente infuocato il trasferimento dell’attaccante dal Cosenza al Catania. Di Piazza ha chiesto pubblicamente scusa dopo il gol messo a segno al Massimino contro il Rende, e ci tiene a ribadire che “Le polemiche a distanza sono state con il direttore Lo Monaco, mai avuto qualcosa nei confronti del pubblico rossazzurro. Spero sia un discorso chiarito. A gennaio ho coronato il sogno di giocare nuovamente col Catania, e darò tutto me stesso per portarlo via da questa maledetta categoria”.

Alessandro Vagliasindi

(foto: Filippo Galtieri calciocatania.it)