Serie B: pari tra Foggia e Pescara, bene il Livorno con il Cosenza

Benevento

Palpitante il pomeriggio cadetto. Il Foggia gioca meglio, ma viene raggiunto dal Pescara grazie a un calcio di rigore. Il Livorno batte il Cosenza grazie a un gran secondo tempo.

FOGGIA-PESCARA 1-1

Partita emozionante tra Foggia e Pescara. Termina 1-1 il confronto dello Zaccheria. Più i pugliesi nel primo tempo. La prima occasione del match si presenta sui piedi di Iemmello, Fiorillo anticipa in angolo. Gli abruzzesi si vanno vedere al 21′. Monachello ci prova da posizione impossibile, ma la palla attraversa tutta l’area di rigore senza trovare alcuna deviazione. A un minuto dalla fine della prima frazione la partita si sblocca. Il gol di Deli è fantastico. L’attaccante romano, prima si accentra dal limite sinistro dell’area, poi fa partire un destro a giro sul secondo palo. Nella ripresa i rossoneri sfiorano il raddoppio. Il gran contropiede casalingo si spegne sul palo, Iemmello si può mettere solo le mani nei capelli. Il Pescara alza un po’ i ritmi e trova il pari al 67′. Fallo su Mancuso di Billong e calcio di rigore per gli ospiti. Lo stesso Mancuso trasforma dagli 11 metri. L’ultima occasione del match e sulla testa di Brugman. La sua zuccata al 94′ finisce di poco alta sulla traversa. Termina il match, pareggio pressoché giusto.

LIVORNO-COSENZA 2-0

Il Livorno rilancia le sue ambizioni salvezza. Batte il Cosenza per 2 gol a 0 e si porta a 4 lunghezze dai calabresi. Il primo tempo è di marca ospite. I livornesi sono costretti a giocare col baricentro basso, al cospetto di un Cosenza gettato in avanti. Le emozioni dei primi 45′ sono comunque poche. Nella ripresa i ritmi finalmente si alzano. Pronti via e i padroni di casa si portano in vantaggio. Cross di Diamanti e colpo di testa di Giannetti, 1-0 al 49′. Al 65′ si rivede il Cosenza. La rovesciata di Tutino viene neutralizzata da Mazzoni. All’86’ le speranze ospiti si spengono. Tutino riduce in dieci i suoi a causa di una plateale spinta nei confronti di Bogdan. Al 92′ il Livorno raddoppia. Capela atterra Dumitru in area, Salzano è freddo dal dischetto e i toscani vincono la partita.