Serie A, il borsino dei nuovi acquisti

Uscita di scena la sosta delle nazionali torna la Serie A. Nel massimo campionato sono ancora diversi gli acquisti che attendono l’esordio con la nuova maglia, mentre altri hanno già iniziato a lasciare il segno. Facciamo il punto sul momento che stanno vivendo gli innesti delle 20 di A.

Atalanta – Ottimo l’impatto di Luis Muriel con la Dea. Il colombiano, subentrato dalla panchina, è stato decisivo nella gara d’esordio, dove ha permesso ai neroazzurri di ribaltare lo svantaggio. Archiviata la grana Skrtel, i bergamaschi hanno virato sull’ex Roma e Palermo Kjaer, che potrebbe già debuttare domenica pomeriggio a Genova.

Bologna – Se il giovane talentino danese Olsen non è ancora riuscito a debuttare, diversamente non si può dire di Denswil e Tomiyasu. L’olandese e il giapponese hanno subito conquistato la maglia da titolare. Missione riuscita anche all’ex Inter Gary Medel, che ha giocato dal 1’ subito dopo il suo arrivo, nel derby contro la Spal.

Brescia – Sta ancora scontando la squalifica di ben quattro giornate il fiore all’occhiello del mercato bresciano: Mario Balotelli. L’ex Inter punta alla gara contro la Juventus della quinta giornata. Scalpita, invece, l’ex Genoa Romulo pronto a conquistare una maglia da titolare. Ancora fermo ai box l’ex Sassuolo Magnani.

Cagliari – Nonostante lo scoppiettante mercato, i sardi si ritrovano ancora a quota zero, complici anche gli infortuni di Cragno e Pavoletti. I loro sostituti, Olsen e Simeone, hanno debuttato nella gara interna contro l’Inter. Stesso discorso per Rog e Pellegrini. Nainggolan ha si disputato entrambe le partite, ma deve ancora adattarsi al nuovo ruolo disegnato per lui da Maran e dovrà fare i conti con un problema muscolare al polpaccio. Il Ninja, infatti, sarà assente nel match in trasferta contro il Parma.

Fiorentina – Il gol al debutto contro il Napoli non è servito ad evitare la sconfitta ai Viola, ma ha permesso a Boateng di iniziare con il piede giusto. Sarà un’illusione come nella passata stagione? Pochi scampoli di campo per Franck Ribery, ancora alla ricerca della miglior condizione fisica. Gol all’esordio anche per l’ex Bologna Pulgar, mentre titolarissimi i nuovi Lirola, Dragowski e Badelj. Pronti al debutto gli ultimi tre arrivati: Caceres, Ghezzal e l’attacante brasiliano Pedro. Sorpresa sulla linea mediana, dove il giovane Castrovilli, rientrato dal prestito alla Cremonese, ha soffiato il posto a Benassi.

Genoa – Ancora out l’ex doriano Saponara, mentre si sono presentati timbrando il cartellino gli ex milanesi Pinamonti e Zapata, decisivi nei quattro punti totalizzati dal Grifone. Maglia da titolare, invece, per Lerager, Schone e Barreca, che hanno già convinto Andreazzoli.

Inter – Ottima partenza per i nuovi arrivati Sensi e Lukaku. L’ex Sassuolo ha preso in mano la squadra ed è entrato negli schemi di Conte, siglando anche un gol. Il belga, invece, ha iniziato nel migliore dei modi la sua avventura meneghina, mettendo a segno due reti in altrettante gare. Inizio con il contagocce per Barella e Godin, rientrati da poco da un infortunio, ma saranno a completa disposizione dalla prossima giornata. Scalpitano Lazaro e Biraghi, mentre sembra essere pronto al debutto già contro l’Udinese l’ultimo acquisto, Alexis Sanchez.

Juventus – Ancora nessuna presenza per i vari Buffon, Demiral e l’infortunato Ramsey. Il gallese, a differenza dei primi due, sembra aver diverse possibilità di scendere in campo già nel week-end contro la Fiorentina. Manciata di minuti per il francese Rabiot, entrato per 30’ a Parma, mentre ha sorpreso positivamente Higuain decisivo contro il Napoli. Con i partenopei è stato fondamentale anche l’ex Manchester City Danilo, che da entrato da poco ha siglato la rete del momentaneo 1-0. Gara contro gli Azzurri che ha visto anche il debutto, non proprio brillante, della giovane promessa olandese de Ligt.

Lazio – Subito titolare nella capitale l’ex Spal Lazzari, che ha fatto scivolare giù nelle gerarchie Marusic. Pochi scampoli di partita sia per Vavro, 20’ contro la Sampdoria, che per lo spagnolo Jony, entrato nel derby contro la Roma.

Lecce – Dopo aver seguito per tutta l’estate l’attaccante da affiancare a Lapadula, i salentini hanno scelto il senegalese Babacar, pronto a debuttare nella trasferta di Torino. Inizio amaro per il brasiliano Diego Farias, espulso dopo solo 14’ dal suo ingresso nella trasferta contro l’Inter. I nuovi arrivati hanno già conquistato una maglia da titolare nella difesa di Liverani con Gabriel in porta, ed i vari Rossettini, Benzar e Dell’Orco. A centrocampo si rivede l’ex Roma e Catania Tachtsidis.

Milan – Giampaolo ha utilizzato poco i nuovi arrivati. Bennacer a parte, che conta due presenze, una da subentrato ed una da titolare, l’altro nuovo volto rossonero ad essere sceso in campo è stato Leao nella sfortunata trasferta di Udine. Ancora a secco Duarte e Krunic, mentre scalpitano il neoacquisto Rebic e l’infortunato Theo Hernandez.

Napoli – Esaltante il debutto del messicano Lozano, a segno nella sfortunata trasferta dello Juventus Stadium. Nella trasferta ha segnato il primo gol in maglia azzurra Manolas, che ancora non è riuscito a trovare il giusto feeling con Koulibaly (sette gol subiti in due partite). Sempre presente l’ex Empoli Di Lorenzo, mentre è pronto al debutto lo spagnolo Llorente.

Parma – Si è preso le chiavi del centrocampo il brasiliano Hernani, sempre presente nelle prime due gare dei ducali. L’ex Fiorentina Laurini si è ritagliato un posto da titolare nelle prime due uscite, salgono nelle gerarchie Grassi e Kulusevski. Grande attesa per il debutto di Darmian, arrivato in chiusura di mercato e pronto a strappare una maglia da titolare.

Roma – Due presenze per il neoacquisto Mancini: l’ex atalantino è entrato a gara in corso contro il Genoa ed è partito dal 1’ nel derby contro la Lazio. Pochi minuti per Zappacosta contro i rossoblu, mentre è ancora fermo ai box Spinazzola. Ancora 0’ per Veretout e Diawara. Gli ultimi arrivati Smalling e Mkhitaryan aspettano la gara contro il Sassuolo per il debutto in maglia giallorossa. Titolare, invece, il portiere Pau Lopez.

Sampdoria – Rimandato il colombiano Murillo. L’ex interista è stato protagonista in negativo nelle prima due uscite doriane. L’argentino Rigoni è arrivato al fotofinish ed è pronto a debuttare nel tridente di Di Francesco, per cercare di dare una scossa alla stagione dei blucerchiati.

Sassuolo – Grande impatto dei nuovi acquisti di De Zerbi. Subito in gol l’ex Empoli Caputo nella sfortunata gara contro il Torino. A segno anche l’ivoriano Traorè, con la Sampdoria. Subito titolari Obiang, Toljan e Muldur; pronto al ritorno in campo con i neroverdi Defrel, da poco arrivato dalla Roma.

Spal – I nuovi acquisti hanno già “invaso” l’undici di Semplici. D’Alessandro ed Igor hanno preso posto sulle fasce nel 3-5-2, e l’ex Sassuolo Di Francesco ha già scalato le gerarchie mettendo dietro gente come Paloschi e Floccari, nel partner d’attacco di Petagna.

Torino – I Granata hanno operato subito dopo i preliminari di Europa League e sono riusciti a piazzare due ottimi colpi. Dal Milan arriva l’uruguagio Laxalt, mentre il colpo da novanta è in attacco con l’ingaggio di Simone Verdi, che chiuso a Napoli ha scelto il capoluogo piemontese per ritornare in pista.

Udinese – Sicuramente il miglior acquisto, anche se non previsto, il brasiliano Becao, giustiziere del Milan nella prima giornata. Grande attesa per il ritorno di Okaka, mentre hanno già due presenza per gli ex palermitani Jajalo e Nestorovski.

Verona – Inizio shock per il polacco Dawidowicz, espulso dopo neanche 15’ al debutto contro il Bologna. Titolari tutti gli acquisti quali Verre, Lazovic, Faraoni ed Amrabat. Due presenze anche per Bocchetti, rientrato in Italia alla fine dell’esperienza in Russia. I punti guadagnati dai veneti sono arrivati grazie a due nuovi acquisti: Miguel Veloso e Pessina. Pronto al debutto l’ex Chievo Stepinski.