Sampdoria, Garrone: “Ferrero? Un buffone e cialtrone, ma la società è sana”

Ferrero; Garrone

Sono settimane convulse quelle che si stanno vivendo in casa Sampdoria dove, l’argomento cessione, tiene ancora banco, nonostante i possibili acquirenti sembrerebbero essersi defilati. Sulla questione è intervenuto, nel corso di un’intervista al Secolo XIX, l’ex patron blucerchiato Edoardo Garrone:

“Ferrero? Sul personaggio avete ragione, per le sue esternazioni, le belinate che ha detto… Da vergognarsi. Ho ceduto la Sampdoria per volontà della mia famiglia, lui mi è stato presentato dall’avvocato Romei, non prendetevela con me. Però, sin da subito, ho detto che ero convinto del fatto che avrebbe gestito bene la società, e cosi è stato. E’ un uomo insopportabile, un buffone, un cialtrone. Avete ragione, non riconosce la storia della Samp per ignoranza… Ma sul fatto che la società sia sana, riconosce Garrone, nessuno può dire nulla. Capisco che il tifoso abbia paura che possa saltare tutto per aria, ma c’e un C.D.A. rinnovato da poco, ed è questa la massima garanzia che lui non possa mai prendere soldi dalla Sampdoria”.

 




 

Il futuro della società? Assicuro che non morirà, farò di tutto perché ciò non succeda. Può darsi che la trattativa con Vialli sia chiusa, o forse è ancora aperta, vedremo. Sono un’ottimista per natura, ma dico che chi ha da rimetterci è proprio Ferrero. Perché se, come leggo, è vero che ha problemi finanziari tanto da rischiare il default, va a finire che la vende a metà prezzo. Se non cede alle condizioni che ho letto è un pazzo, è nel suo interesse. Che consiglio gli darei? Cedi e vivi felice, è questo il momento migliore. Ferrero dice che vorrebbe rivendermi la Samp? Certo, ma al prezzo che lui me l’ha pagata