MotoGp, presentata la Yamaha 2019. Valentino Rossi: “Test Sepang cruciali”

Valentino Rossi; Yamaha

È stata presentata a Giacarta la nuova Yamaha, progettata per competere con Ducati e Honda nel MotoGp 2019. La due ruote di Iwata appare rinnovata sin dalla livrea dove compare ben evidente, tra il nero e il blu, la “M” in verde flou del nuovo sponsor Monster, ma le novità più importanti riguardano i cambiamenti tecnici con l’ingresso, nel team, di un nuovo general manager, Hiroshi Itou, e di un nuovo direttore tecnico, Takahiro Sumi. Non cambiano invece i piloti: Yamaha si affiderà ancora a Valentino Rossi e Marevick Viñales Ruiz.

Il prossimo 16 febbraio Valentino Rossi spegnerà 40 candeline, un traguardo con non impensierisce il pilota nove volte campione del mondo: “Forse in futuro ci saranno altri come me, la cosa importante è la motivazione. Rispetto a un 25-enne devo lavorare di più, ma se si arriva alle gare con la consapevolezza di potersi divertire, lottando per il podio o la vittoria, tutto diventa più leggero”. Vincere resta l’obiettivo principale e per realizzarlo “gli ingegneri in inverno hanno lavorato duro. Nella MotoGp il lavoro sui dettagli è molto aumentato, l’elettronica è diventata fondamentale e la chiave è la gestione delle gomme. Recuperare terreno non sarà semplice. A Sepang dovremo intuire se la strada è quella giusta”.