MotoGP, la vittoria di Dovizioso resta congelata: si attende la decisione della Corte d’Appello

La prima gara stagionale del motomondiale 2019, conclusasi con l’affermazione di Andrea Dovizioso dopo l’ennesimo duello mozzafiato con Marc Marquez, è stata caratterizzata da un seguito di ricorsi, polemiche e recriminazioni che rappresentano, di fatto, una pagina inedita nella storia della MotoGP e che potrebbero riscrivere l’ordine d’arrivo del Gran Premio qatarioto. In attesa del giudizio definitivo la vittoria di Dovizioso resta congelata.

Al termine della gara, infatti, Aprilia, Suzuki, KTM e Honda hanno inoltrato un ricorso volto ad invalidare la vittoria di Dovizioso a causa della presunta irregolarità di un’appendice presente sulle Rosse di Borgo Panigale. Si tratta di una sorta di lama che va dal forcellone verso la pancia della carena che, secondo la lettura delle scuderie ricorrenti, genererebbe del carico aerodinamico verso il basso. La Ducati, però, sostiene che lo scopo dell’appendice sia quello di convogliare aria fresca sugli pneumatici e si appella al fatto che, tale modifica, sia stata approvata sia dalla Fim che dalla direzione tecnica.

 




 

In primo grado la direzione gara, ovvero il cosiddetto Steward Panel, ha respinto il reclamo presentato da Aprilia, Suzuki, KTM e Honda. Le quattro squadre, però, non si sono arrese ad hanno deciso di ricorrere in appello. I commissari però, vista la complessità e le implicazioni della vicenda, hanno rinviato tutto al terzo e definitivo grado di giudizio, rappresentato dalla Corte d’Apello della Fim con sede a Ginevra.

Si resta dunque in attesa che la federazione scriva l’ultima parola su questa vicenda. Al momento non si conoscono le tempistiche ma, stando a quanto emerso, il pronunciamento dovrebbe arrivare nei prossimi giorni. Al di là di quale sarà l’esito di questa controversia è evidente che si tratti di un vero e proprio braccio di ferro, di un serrato confronto che ricorda le diatribe della Formula Uno ma che, come si diceva, rappresenta quasi un inedito nel mondo del motociclismo. Staremo a vedere se la Corte d’Appello deciderà di confermare la vittoria di Dovizioso o se, al contrario, sposerà le tesi delle squadre ricorrenti e di invalidare il successo del forlivese.