Formula Uno, Todt: “Ho visto il GP del Brasile con Schumi”

Sono passati quasi cinque anni da quando il destino bussò alla porta di Michael Schumacher, da quando il tragico incidente sulle nevi di Méribel segnò irrimediabilmente la vita del campionissimo tedesco. Da quel momento in poi tutti gli appassionati di Formula Uno, ed in particolare i tifosi ferraristi, hanno sognato la sua rinascita, il suo ritorno in quel mondo che ne aveva ammirato le incredibili gesta.

Qualche settimana fa aveva destato molta emozione la pubblicazione della sua ultima intervista, concessa pochi mesi prima di quel drammatico 29 dicembre 2013. In queste ore, invece, stanno avendo grande risalto le dichiarazioni di Jean Todt, storico numero uno del Cavallino Rampante ed attuale presidente FIA, alla televisione tedesca Rtl: “Sono sempre cauto quando dico qualcosa, ma è vero che ho visto il Gran Premio del Brasile in compagnia di Michael Schumacher in Svizzera”.

Todt, rispettando la volontà della famiglia Schumacher, non ha dato alcun dettaglio sulle condizioni di salute del Kaiser, né tanto meno sulle possibilità di un suo ritorno alla vita di tutti i giorni. Il francese, però, ha spiegato che si reca spesso nella residenza svizzera di Gland per rendere visita all’amico Schumi, al campione leggendario con cui ha condiviso momenti indimenticabili della sua vita professionale.