Formula Uno, i primi dettagli sul nuovo regolamento: dal 2021 più sorpassi e spettacolo

Mancano ormai pochi mesi al momento in cui FIA e Liberty Media ufficializzeranno il nuovo regolamento della Formula Uno, che entrerà in vigore a partire dal mondiale 2021. Un momento storico per lo sport automobilistico più amato e seguito, che avrà luogo ad ottobre. Nel frattempo, però, iniziano ad emergere i primi dettagli delle future normative.

L’idea di base sarà quella di avere regole più semplici e più libere, che possano garantire lo spettacolo in pista. I recenti avvenimenti dei Gran Premi in Canada ed Austria, unitamente alle polemiche che tali decisioni hanno fatto scaturire, hanno spinto i piloti a chiedere maggiore libertà d’azione nella lotta corpo a corpo. Il nascente regolamento, naturalmente, prevederà delle modifiche sia nell’ambito tecnico – disciplinare che in quello economico. L’obiettivo, stando a quanto dichiarato dal direttore Motorsport della Formula Uno Ross Brawn, è quello di “rendere questo sport più divertente e sostenibile”. In sintesi si punterà a favorire i sorpassi, ridurre la differenza di prestazione tra le varie monoposto, ridisegnare l’estetica delle vetture e ridurne i costi.

 

 




 

 

A partire dal 2021 potremo vedere degli alettoni anteriori rinnovati, molto larghi ma privi delle appendici aerodinamiche presenti oggi. Ad esso si abbinerà un fondo con due tunnel posti sotto le fiancate dove sono piazzati i diffusori. Per quanto riguarda la riduzione dei costi si lavorerà sulla semplificazione del sistema di alimentazione, sul congelamento dello sviluppo dei cambi per cinque anni e sul divieto delle sospensioni idrauliche, limitando inoltre alcune componenti delle stesse sospensioni. Altri accorgimenti, sempre in ambito economico, determineranno la riduzione del 40% del tempo che si può passare in galleria del vento durante la progettazione della monoposto. Le limitazioni pecuniarie, però, non comprenderanno gli emolumenti dei piloti, dirigenti e tecnici di alto livello né le spese di promozione. L’intervento di FIA e Liberty Media, in sostanza, andrà ad incidere soltanto in tutto ciò che riguarda le prestazioni.