F1, qualifiche GP Italia: pole di Leclerc a Monza, seguono Hamilton e Bottas

Charles Leclerc conquista la pole position del GP d’Italia girando in 1’19”307, alle sue spalle si piazzano Lewis Hamilton, Valtteri Bottas ed il compagno di squadra Sebastian Vettel. L’ultimo giro del Q3 sul circuito di Monza, che si trasforma in una vera e propria “coda” a causa delle strategie attendiste di tutti i piloti, viene messo sotto investigazione da parte della direzione di gara. Staremo a vedere, quindi, se ci saranno provvedimenti.

 

 

 

 

Q1

La prima sessione di prove libere conferma gli equilibri emersi nelle tre sessioni di libere: Charles Leclerc, infatti, ottiene ancora una volta il miglior tempo. Sorprende la Renault, che piazza Hulkemberg e Ricciardo in seconda e quinta posizione. In mezzo le Mercedes di Hamilton e Bottas, sesto l’altro ferrarista Vettel. I piloti esclusi sono: Grosjean, Perez. Russell, Kubica e Verstappen, fermato da un guasto alla sua RB 14.

 

 

 

Q2

Nel finale del Q2 Lewis Hamilton mette a referto un gran giro e si prende la testa della graduatoria scavalcando Leclerc e Vettel.  Il pilota della Mercedes, dunque, in questa occasione si mette a dettare il passo per la prima volta nel fine settimana. Daniel Ricciardo, che ottiene il quarto tempo, conferma il buon stato di forma della Renault sulla pista brianzola. Gli esclusi sono: Giovinazzi, Magnussen, Kvyat, Norris e Gasly.

 

 

 

Q3

Al termine dei primi tentativi del Q3 la pole provvisoria è del monegasco Charles Leclerc (1’19”307), fresco vincitore in quel di Spa, che si mette alle spalle Lewis Hamilton (+0.039), Valtteri Bottas (+0.047) e Sebastian Vettel (0.150). L’incidente occorso a Kimi Raikkonen, finito a muro con la sua Alfa Romeo, determina l’esposizione della bandiera rossa e la momentanea sospensione della sessione. Alla ripresa delle ostilità la situazione è davvero caotica, dal momento che tutti i piloti temporeggiano per rientrare poi insieme in pista a due minuti dallo stop. Il “trenino” che si viene a creare, però, determina la bandiera a scacchi per otto su dieci dei “superstiti” che, quindi, non possono far registrare alcuna tornata. La pole del GP di Monza rimane, dunque, saldamente in mano a Charles Leclerc, l’unico a non essere beffato insieme a Carlos Sainz. Viene quindi confermato l’ordine scaturito dai primi tentativi, con il monegasco in pole davanti ad Hamilton, Bottas e Vettel.