Ciclismo, Nibali: “Soffro, ma mi tornerà utile al Giro e al Tour”





Vincenzo Nibali, dopo una burrascosa stagione a causa del suo infortunio al Tour De France, chiude la quarta tappa della Tirreno-Adriatico al diciottesimo posto e rilascia un’intervista alla Gazzetta dello Sport parlando del suo futuro con ottimismo.

Questa è la sofferenza che mi serve: mi tornerà utile al Giro e al Tour. Sul ‘fondo’ ho tenuto bene, soffro tantissimo i cambi di ritmo. Ho avuto pure un guasto meccanico e ho fatto sforzi extra, il mio compagno Tratnik è stato bravissimo a riportarmi sotto. Ci sono corridori come Julian Alaphilippe in questa gara e altri che hanno più giorni di competizione nelle gambe, si vede. Io vado avanti per la mia strada e spero di arrivare al top nel momento giusto. Programma di quest’anno? Come in passato, mi sarebbe piaciuto partire un pochino più forte, anticipare i tempi con le sfide e gli allenamenti. Però questa stagione è complicata: c’è un doppio appuntamento ravvicinato Giro-Tour da preparare. Il Giro è stata una mia scelta, il Tour lo ha chiesto la squadra. Difficile andare forte ovunque. Per me è una sofferenza vedere qui tanti corridori finirmi davanti, non è che sia felice. La squadra sa qual è il percorso e piano piano cresco, è normale“.