Champions League: Juve occhio all’Atletico. Quante insidie per la Roma

Oggi a Nyon ci saranno i sorteggi di Champions League per scoprire le avversarie della Juventus e della Roma agli ottavi di finale.

In questo articolo andremo ad analizzare i possibili scenari per i bianconeri di Allegri e i giallorossi di Eusebio Di Francesco .

JUVENTUS 

IL SOGNO: SCHALKE 04 

I tedeschi sono stati inseriti nel gruppo più morbido con il Lokomotiv Mosca, Porto e Galatasaray, non era scontato che i ragazzi di Tedesco riuscissero a qualificarsi per gli ottavi di finale, a causa della giovane età e della poca esperienza europea.

Il tecnico italo-teutonico é riuscito però a mischiare le carte in modo convincente, coinvolgendo gran parte dei giocatori a disposizione, visti gli infortuni a ripetizione, ma anche per proporre soluzioni diverse.

Così abbiamo visto Caligiuri trasformato in uno dei migliori terzini della Champions League, la punta Uth giostrare da rifinitore-incursore, il recupero di giocatori caduti in disgrazia come Konplyanka ed Embolo e soprattutto la consacrazione definitiva di Bentaleb, capace di coprire qualsiasi ruolo.

Al netto dei pregi dei tedeschi, é ovvio come loro siano di fatto la vera Cenerentola degli ottavi, con un attacco privo di un vero numero 9, che fa fatica a trovare la via del goal. Potendo scegliere, sarebbe la squadra ideale per i bianconeri.

L’INCUBO: ATLETICO MADRID

La mina vagante delle seconde classificate sicuramente é l’Atletico Madrid del Cholo Simeone, una di quelle squadre brutte e spigolose contro le quali é difficile imbastire un’idea di gioco.

Quella 2018/2019 però è probabilmente la versione meno esaltante dell’Atletico guidata da Simeone, risolta più o meno agevolmente la situazione dell’eredità di Gabi, con Rodri, i colchoneros si sono incartati su altri aspetti che sembravano meno gravi del previsto.

La condizione precaria e il rendimento negativo di Diego Costa, una difesa a più riprese orfana del leader tecnico Diego Godin e con ricambi non sempre affidabili (addirittura con Saul impiegato a sinistra), Lemar che non ha ancora convinto in pieno e Griezmann che non ha un supporto in avanti.

Detto ciò, i colchoneros nelle loro fila hanno il portiere più forte d’Europa come Oblak, in difesa se sta bene dal punto di vista fisico Godin é una sicurezza e in avanti c’é Griezmann che fa paura a quasi tutti.

Il Liverpool ai punti parte  probabilmente sopra, ma per caratteristiche l’Atletico é la peggior squadra che la Juventus possa estrarre.

ROMA

IL SOGNO: PORTO

Una sola, vera gioia possibile per la Roma dall’urna di Nyon. Il Porto ha sfruttato un girone alla portata per prendersi un primo posto sul velluto, con 5 vittorie e 1 pareggio.

Anche in Portogallo, il calendario fin qui é stato agevole e ha proposto il solo Benfica come club di vertice da affrontare.

La squadra di Oporto é ancora da valutare negli impegni più tosti.

Nel 4-3-3 di Conceiçāo attenzione al bomber Marega, unico in doppia cifra per goal segnati fin qui.

L’INCUBO: IL PARIS SAINT GERMAIN 

Il Psg ha rischiato grosso nei gironi, ma resta una macchina da goal, con il miglior tridente d’Europa per reti fatte: ben 43 tra Neymar(16),Mbappé(15) e Cavani(12). Il dominio in Ligue 1 é assoluto e da record, al pari della Juventus in Serie A, ma in Champions la squadra di Tuchel ha sofferto in fase di ripiegamento, subendo sempre almeno una rete in tutte le sei partite disputate fin qui (ben 9 in totale).