Calcio, Serie B: il punto dopo quattordici giornate

Siamo giunti alla quattordicesima giornata del campionato di Serie B, cerchiamo di fare un po’ di chiarezza analizzando le squadre top del momento ma anche i flop che hanno caratterizzato questo inizio di stagione.

 

Top

Lecce

Tra le sorprese di questa cadetteria c’è sicuramente la compagine pugliese che occupa la seconda posizione a quota 25 punti, marcia sorprendente visto che si sta parlando di una neopromossa. Gli uomini di Liverani, se dovessero mantenere questo passo, potrebbero tranquillamente dire la loro per la promozione nella massima serie.

 

Pescara

Una nota lieta arriva anche dall’Abruzzo con i biancazzurri che sono in piena zona playoff in quarta posizione. L’andamento però non è dei migliori visto che, nelle ultime tre uscite, sono arrivate due sconfitte con Perugia e Palermo e un pareggio con l’Ascoli. L’ultima vittoria risale al 5 novembre, quando i ragazzi di Pillon sconfissero 4-2 il Lecce.

 

Palermo

I siciliani sono una conferma ma sicuramente il loro piazzamento nei top è d’obbligo. La compagine rosanero, infatti,  è la capolista della Serie B con 26 punti. Gli ultimi giorni sono stati molto frenetici per la cessione del club da parte di Zamparini. Il cambio della proprietà risulterà un fattore positivo o negativo? L’unica risposta la potrà dare il campo.

 

Cittadella

Da ammirare la continuità dei veneti che, ormai da diversi anni, sono protagonisti di campionati entusiasmanti. Il salto di categoria per gli uomini allenati da Venturato sarebbe il coronamento di un lavoro straordinario. La promozione in Serie A non è un’utopia, ma per raggiungerla serviranno quella maturità e quella continuità che sono venute meno in passato.

 

 

Flop

 

Crotone

In questo inizio di stagione una delle squadre che ha deluso di più è sicuramente quella calabrese. Le aspettative erano importanti, ma sul campo i risultati sono stati ben altri. Il quindicesimo posto, in piena zona play out, è emblematico per una società che doveva stare ai vertici. Esprimere giudizi definitivi in questo momento, visto che  il campionato è ancora lungo e che i rossoblu hanno le carte in regola per risalire la china, sarebbe prematuro. E’ indubbio, però, che dalla parti dello Scida urge un immediato cambio di rotta.

 

Livorno

Nella passata annata i labronici avevano ottenuto la promozione diretta imponendosi nel  girone A del campionato di Serie C. Il tanto agognato ritorno in cadetteria, però, si è finora trasformato in un incubo. Il ruolino di marcia parla chiaro: ultimi in graduatoria, una sola vittoria nelle 13 partite giocate, nove sconfitte e tre pareggi. Un successo potrebbe dare nuova linfa e proiettare la compagine amaranto verso una difficile rimonta. L’occasione per rifarsi potrebbe arrivare già Domenica, quando il Livorno riceverà il Foggia tra le mura amiche.

 

Verona

La classifica non è cosi tanto deficitaria per i gialloblu, che sono noni a quota 19 punti. Da una squadra di assoluto valore come quella veneta, però, era lecito attendersi qualcosa di più. Dopo la retrocessione della scorsa annata gli scaligeri puntano all’immediato ritorno in Serie A e, quanto meno sulla carta, potranno certamente dire la loro nella lotta per la promozione. Per raggiungere questo ambizioso traguardo, tuttavia, la formazione allenata da Fabio Grosso dovrà mostrare progressi importanti nelle seconda parte di stagione.